Hotel Grande Albergo | logo
Trekking - walking

Trekking Liguria | Escursioni sestri levante | Punta Manara | Sestri Levante alberghi | Mandrella Trekking - walking Hotel Grande Albergo |

Per gli amanti del trekking, Sestri Levante è un ottimo punto di partenza per organizzare gite ed escursioni, a vari livelli di difficoltà si può effettuare una rilassante passeggiata fino a Punta Manara, dove si possono godere di paesaggi di straordinaria bellezza, fino a veri e propri sentieri per trekking puro.
I periodi migliori sono la primavera e l’autunno, ma in periodi invernali, spesso si possono trovare splendide giornate di sole, dove camminare è un piacere.

Descrizione:

Questa gita, breve e rilassante, non mancherà di meravigliare, grazie a punti di vista di straordinaria bellezza paesaggistica e naturalistica che si alternano in continuazione lungo l’itinerario.
Dopo una piacevole divagazione tra i caruggi di Sestri Levante, curiosando tra bancarelle e botteghe affacciate sulla vecchia via pedonale di Sestri Levante. Dal carruggio, stretta e lunga via tipicamente ligure, si stacca vico del Bottone dove un arco e una scalinata, contraddistinta dal segnavia FIE (due quadrati rossi pieni), indicano la giusta via da intraprendere per raggiungere punta Manara. L’inizio “strappa” tanto è ripida la creuza che s’inerpica tra case, villini, giardini, orti e frutteti. Ma è un attimo: appena raggiunto il bosco, la via si addolcisce, aggira il versante sud occidentale del monte Castello (265 m), per poi uscire allo scoperto, in località Mandrella, su un punto panoramico (e non sarà l’unico) capace di elargire una vista spettacolare sulla baia del Silenzio. Sorprendente è il cocktail di colori, case allineate sulla spiaggia, gozzi arenati sulla riva che fanno da cornice all’esile lingua di sabbia che circoscrive ad arco questa perla del Tigullio.


Subito dietro, quasi a proteggere la baia, c’è un lembo verde, sospeso sul mare, che vide protagonista nel 1932 Guglielmo Marconi, felice di aver concluso positivamente il primo esperimento di navigazione cieca. Infine, a completare questo quadro perfetto – opera dell’uomo e della natura – la baia delle Favole, così soprannominata in onore di Hans Christian Andersen che soggiornò a Sestri per un breve quanto intenso periodo della sua vita. Le sorprese non mancano lungo il sentiero (s’intende sotto l’aspetto panoramico, naturalmente), e di tanto in tanto le panchine, sistemate nei punti migliori, invitano ad una pausa riconciliatrice con la natura. Tanto non c’è fretta!

Attraversato il bosco di Sughero, oltre la valletta del rio Castello, siete finalmente arrivati. Ancora un piccolo sforzo, costituito ad una scalinata ripida ripida, ed ecco giunti ai ruderi della torre di avvistamento di punta Manara. Solo centotrentanove metri di quota per un panorama unico che scorre da punta Mesco e le Cinque Terre, a levante, fino al promontorio di Portofino a ponente.
Tornati sui propri passi si prosegue verso levante; una salita iniziale e poi via, in piano, con felici vedute sul monte di Moneglia e sull’arenile sabbioso di Riva Trigoso, dove vengono varati i bastimenti costruiti dal vicino cantiere navale.

Ma solo se al bivio è stato preso il sentiero che scende sulla destra; altrimenti, percorrendo quello che si stacca a sinistra, diretto verso il circuito ginnico, vi ricongiungerete a Sestri Levante senza percorrere la strada asfaltata che unisce la cittadina a Riva Trigoso. Forse la scelta migliore. Quindi, prediligendo quest’ultima soluzione, attraverso pinete e macchia mediterranea, s’incontra dapprima l’edicola della Madonna della Neve e, proseguendo verso il Colle della Madonnetta, una cappelletta con gruppo marmoreo che rappresenta la Madonna con Bambino. Quindi, aggirate le pendici orientali del monte Castello (segnavia: due cerchi rossi pieni), si scende tra coltivi ed orti fino ad un distributore, posto a poche centinaia di metri prima di Sestri Levante.

 


Una Liguria outdoor da camminare, capace di proporre tutto l’anno itinerari di trekking, sentieri tra mare e monti, soluzioni diversificate e qualificate nell’ambito del turismo outdoor; “trekking in Liguria” è ricco di escursioni a piedi, passeggiate, spunti, idee e tanti suggerimenti per camminare in Liguria e assaporare la regione più vera. In questo sito troverete l’escursione verdezzurra a voi più congeniale, per scoprire un patrimonio di inestimabile valore culturale, paesaggistico e naturalistico

Città e piccoli borghi liguri, ideali per essere percorsi a piedi, nascondono tesori culturali e artistici spesso trascurati dalla vita caotica della nostra quotidianità. I classici scorci dell’architettura ligure si rivelano per gradi, tenuti gelosamente nascosti in quei vicoli da percorrere doverosamente a piedi.

 

Per maggiori info:

www.trekkinginliguria.com